Borgo di Caprigliola

Caprigliola e le sue mura commissionate da Cosimo I De’ Medici

Le prime notizie giunte a noi sulla storia di Caprigliola arrivano dal XII secolo. Nel 1185 si ha atto del passaggio di Caprigliola come feudo da Federico I al vescovo di Luni, che qui risiedeva durante la stagione estiva. Di questo periodo sappiamo che il borgo era già fortificato. Gli edifici che venivano utilizzati per secoli come residenza estiva dei vescovi oggi sono affiancati da una imponente chiesa di epoca settecentesca.

Nel 1401 si ebbe il passaggio di Caprigliola, Albiano Magra e Stadano sotto il controllo della Repubblica di Firenze.
Nel 1556, sotto il dominio fiorentino, il borgo di Caprigliola si dotò della bellissima ed imponente cinta muraria che oggi conosciamo. Fu lo stesso Cosimo I De’ Medici a commissionarne i lavori, indicatore dell’importanza strategica del borgo di Caprigliola durante il Rinascimento.

All’interno del borgo si trovano numerose costruzioni architettoniche di particolare rilievo: la chiesa, le maestose mura con gli stemmi medicei ancora oggi conservati in perfetto stato, una maestà di marmo di Carrara e numerosi portali decorati.

Il borgo sorge su una imponente roccia arenaria a 161 metri sul livello del mare. Nella parte nord il colle è piuttosto ripido mentre nella parte sud il colle è caratterizzato da una dolce discesa dove si trovano campi coltivati a vigneto ed uliveti. Il territorio di Caprigliola infatti, è compreso nell’area D.O.C. dei Colli di Luni e i prodotti della zona sono riconosciuti in tutta Italia.

Curiosità per il turista

Ogni anno durante i primi giorni di settembre l’intero borgo di Caprigliola si illumina in onore della festa della Madonna del Buon Consiglio. Da lontano sembra quasi una nave che fluttua tra le colline del versante destro del fiume Magra. Vi è mai capitato di vederlo passando dall’autostrada da Santo Stefano in direzione di Aulla e di chiedervi che paese fosse?

Dove si trova il Borgo di Caprigliola

Caprigliola si trova nel comune di Aulla. Da Aulla prendere la strada verso Santo Stefano Magra, sulla sinistra trovate la cartellonistica che vi porta al borgo medievale.

Qui vicino trovi

Museo dell’Abbazia di San Caprasio, Museo di Storia Naturale della Lunigiana presso la Fortezza della Brunella, Borgo di Bibola, i sentieri della Quinta Tappa della Via Francigena in Lunigiana, il Castello di Pallerone.

Qui vicino trovi:

Attività Turistiche