Borgo di Prota

Piccolo gioiello nella Valle del Taverone

Stemmi e portali scolpiti nell’arenaria macigno dell’Appennino, bassorilievi devozionali in marmo, perfino una maestà dipinta, raro esempio di quelle delicate immagini “a fresco” così numerose nei secoli passati. Siamo a Prota, nella valle del Taverone, nel comune di Comano, su un pianoro nel quale ancora si notano gli antichi appezzamenti che, per quanto piccoli, garantivano a questa comunità: grano, cereali e canapa, buone quantità di vino e un po’ d’olio, mentre dai boschi si ricavavano castagne in abbondanza. Più in alto, le praterie vicine a Groppo San Pietro, erano adatte alla produzione di fieno e al pascolo del bestiame.

A Prota non c’è chiesa parrocchiale, ma ben due oratori uno a fianco dell’altro. Quello più antico, dedicato a San Genesio, fu eretto nel 1618, ma nel 1780 venne interdetto al culto perché fatiscente. Fu ricostruito nel 1914 “con il concorso del popolo di Prota”, secondo l’iscrizione sul portale sopra il quale è un bel bassorilievo in marmo raffigurante l’Annunciazione, opera di reimpiego o forse risalente all’edificio originario.
L’altro, dal profilo grigio, è dedicato a San Bartolomeo; privato, fu fatto costruire dal sacerdote Alessandro Coppelli e inaugurato nel 1728, come spiega il grande medaglione che sovrasta il portale in pietra.

La stagione più fortunata di Prota fu proprio quella tra Sei e Settecento; non a caso il paese è tra i pochi citati negli Statuti di Groppo San Pietro del 1677. Con la riforma del 1777 di Pietro Leopoldo, anche Prota entrò nella nuova comunità di Fivizzano; e “fivizzanese” rimase fino al 1919 quando venne istituito il comune di Comano.

Era questo un territorio di notevole importanza, lungo le vie di commercio tra la Lunigiana e le aree del reggiano e del modenese. Passi appenninici molto frequentati anche dai contrabbandieri che di volta in volta cambiavano percorso, alternando la via di Linari, ben raggiungibile da Prota, con quella di Sassalbo.

Lunigiana World ringrazia l’amico Paolo Bissoli per il testo sul Borgo di Prota.

Qui vicino trovi:

Attività Turistiche

DOVE MANGIARE

DOVE DORMIRE

CICLABILE & MTB

CAMMINI E VIE

Tipicità locali